Arancino di risotto alla milanese con tartufo nero abbinato all’Inferno di AR.PE.PE


Un finger food squisito che fonde due piatti italiani: il Risotto alla Milanese e gli Arancini. Da qui nascono questi arancini di Stefania Corrado.

Ottimo da abbinare con questo vino dal colore rosso rubino intenso, dal sapore fruttato e armonico con profumi intensi di frutta matura, pepe nero e cannella.

 

 

Ingredienti:

  • Tartufo 1, nero

Per gli arancini:

  • Riso 300 g, Carnaroli
  • Burro 60 g
  • Vino 1 dl, rosso
  • Brodo 1 l, di pollo
  • Zafferano 1 cucchiaio, in stimmi
  • Cipolla 1, tritata
  • Parmigiano 60 g, Reggiano
  • Pangrattato 100 g
  • Uova 2
  • Olio di semi 1 l, di arachide
  • Sale

Per la fonduta di Parmigiano-Reggiano:

  • Parmigiano 150 g, Reggiano
  • Panna 200 g, fresca

Preparazione:

In una casseruola fate appassire lentamente la cipolla tritata con 10 g di burro, poi frullatela.

Preparate il riso in una risottiera: tostate il riso con 10 g di burro per qualche minuto, salate, sfumate con il vino bianco e lasciate evaporare.

Aggiungete la cipolla frullata. Portate a cottura il riso, aggiungendo il brodo di pollo.

Nel frattempo sciogliete lo zafferano in poco brodo bollente. Aggiungetelo a metà cottura. Trascorsi 18 minuti, togliete   dal fuoco e mantecate con burro e Parmigiano-Reggiano, facendo attenzione a non ottenere un riso troppo all’onda.

Abbattete a 4 °C e, una volta raffreddato, fate delle palline che andrete a impanare con le uova sbattute e il pangrattato, ripetendo questo passaggio per due volte.

Friggeteli per qualche minuto a 170 °C in olio di semi di arachide.

Preparate una fonduta leggera cuocendo a bagnomaria la panna fresca e il Parmigiano-Reggiano grattugiato. Aggiungete una spolverata di noce moscata. Disponete gli arancini sopra la fonduta di Parmigiano-Reggiano e completate distribuendovi sopra il tartufo nero a lamelle.

Ricetta presa da qui