Vinòforum 2015

Si è appena conclusa la 12° edizione del Vinòforum, che con oltre 2.500 etichette vitivinicole, 15 chef stellati, 25 temporary restaurant, 11 maestri pizzaioli ha animato il più grande parco giochi del cibo e del vino che si tiene a Roma.

Assoluto protagonista è stato il vino grazie alla partecipazione delle più conosciute aziende vitivinicole italiane ed internazionali, che hanno presentato i loro prodotti attraverso degustazioni, eventi e incontri tecnici con un’attenzione particolare a tutti gli operatori del settore. Rinnovata la partnership con la Fondazione Italiana Sommelier, presente con un’area dedicata alla cultura del vino, alla formazione e al piacere della degustazione con i minicorsi “A, B, C del Vino” in tre lezioni in grado di incuriosire e divertire tutti gli appassionati. Imperdibile l’appuntamento con ‘Cantine da chef’: chef stellati, accolti dall’oste di sala Arcangelo Dandini, hanno proposto  i loro piatti, abbinati ad altrettante rinomate cantine. La cucina internazionale rappresentata dallo chef Sudafricano Sacha Kingston in abbinamento ai migliori vini del Sudafrica. 

Ad animare il Vinòforum i temporary restaurant, dove si sono potuti degustare i piatti dei migliori ristoranti italiani a 4, 5 e 6 euro. Una lunga passerella ad iniziare con Marzapane (Roma), L’Arcangelo (Roma), Secondo Tradizione (Roma), La Locanda del Poeta (Rieti), Pascucci al Porticciolo (Fiumicino), Aroma (Roma), San Pietro (Cetara), Flavio al Velavevodetto (Roma). E ancora con Casa Coppola (Roma), Il Tino (Ostia), Osteria 140 (Roma), L’Angolo d’Abruzzo (Carsoli), Bistrot 64 (Roma), Settembrini Libri & Cucina (Roma), Trippini (Civitella del Lago), Osteria dell’Orologio (Fiumicino), Le Tamerici (Roma), Salotto Culinario (Roma),La Parolina (Trevignano), L’Oste della Bon’Ora (Grottaferrata).